«Ipogeo Records e Ipogeo Classic rappresentano la nostra idea di musica contemporanea. Dal jazz alla musica classica, il nostro obiettivo è produrre e pubblicare musica in alta qualità e in alta definizione, curando il benessere creativo dei nostri musicisti. Non una comune etichetta, una casa dove vivere la propria musica. Dai musicisti agli ascoltatori». (Filippo Cosentino, label manager).

// a Cura della Redazione //

Piergiorgio Elia Quartet – «Is This Blues?» (Ipogeo, 2023)

«Is This Blues?» è il secondo lavoro discografico del sassofonista Piergiorgio Elia, dopo aver deciso di cambiare line-up grazie al prezioso incontro con il pianista Mirko Puglisi, avvenuto presso il Conservatorio di Milano. Il Quartetto si completa con l’arrivo di Giacomo Marzi al contrabbasso e di Pasquale Guarro alla batteria. Tutte le composizioni sono firmate dal leader Piergiorgio Elia che ha sviluppato le partiture secondo il concetto del Call/Response. In «Is This Blues?» il quartetto, che tenta costantemente un’interpretazione pulita e raffinata, alterna temi più morbidi, idealmente vicini a schemi intimi e riflessivi, e composizioni dalle ritmiche più sostenute, confezionando un prodotto che fonde differenti declinazioni ed espressioni jazzistiche: intriganti ballads e brani più up-tempo più vicini al bop, rendono il disco una manifattura credibile coerente, caratterizzata da un senso di piacevole e costante imprevedibilità.

No One No More – «No One No More» (Ipogeo Records, 2023)

L’album d’esordio dei No One No More ha composizioni con sonorità appartenenti a diversi stili del jazz. Tradizione e contemporaneità sono vicendevolmente presenti nella scrittura musicale del gruppo. Si possono ascoltare al tempo stesso esplorazioni sonore e armonie tipiche dei grandi dischi della tradizione del jazz contemporaneo. Tommaso Uncini (sax tenore, alto e soprano), Marco Punzi (chitarra), Davide Cason (contrabbasso) e Patrizio Balzarini(batteria) presentano due composizioni ognuno che vanno a formare l’intero disco di otto tracce in un percorso di eterogeneità della scrittura musicale, seppure ogni membro del quartetto rimanga coerente ad una creatività collettiva che definisce gli No One No More come jazz band con una unica visione musicale. No One No More infine è comprendere il prossimo, con il dialogo e l’ascolto per trovare sempre una strada comune nella vita.

Paolo Manasse/Riccardo Vigorè/Marco Volpe – «Introducing The Volver Trio» (Ipogeo Records, 2023)

Il Progetto «Introducing The Volver Trio» prende il nome dalla celebre canzone del compositore cantante e attore argentino Carlos Gardel (1890-1935) e riprende alcune grandi classici, soprattutto ballate (tango, bolero) di Messico, Argentina, Cuba e Brasile, poco frequentati nei repertori dei musicisti jazz nordamericani ed europei, con l’eccezione del contrabbassista statunitense Charlie Haden. Come nella tradizione jazz, queste canzoni degli anni ’30-‘60 sono re-interpretate e riarrangiate in chiave moderna, con l’intenzione però di restare fedeli (Volver significa ritornare) all’originale ispirazione «romantica» latino-americana. Canzoni d’amore, di nostalgia e a volte di dolore sono riproposte in modo personale dal trio formato da Paolo Manasse (piano), Riccardo Vigoré (contrabbasso) e Marco Volpe (batteria).

Biscotti Biscotti – «Musica Maggica» (Ipogeo Records, 2024)

Il disco si compone di 8 canzoni e «La Sigla» finale intervallate da 8 «magie» (piccole composizioni cantate o strumentali che fungono da introduzione o volta pagina) registrate in casa su cassetta nel novembre 2022. La struttura del disco segue la teoria dell’Armonia delle Sfere, un concetto pitagorico per cui ogni sfera planetaria genera una o due note musicali. Questo è solo un espediente, il concept dei testi è riassumibile nella frase centrale dell’ultima canzone (Cielo): «L’inutile quanto catartica urgenza di sentirsi all’altezza». Le otto canzoni sono otto tappe personali di un percorso verso la catarsi. Il gruppo è composto da: Ivan Maddio (Sax Soprano, Chitarra Elettrica, Percussioni, Voce), Elisa Milea (Voce) Luca Volpe (Sax Alto & Baritono, Voce) Stefano Volpe – Chitarra Acustica, Percussioni, Voce Luigi Crippa – Basso, Voce Registrato e mixato da il Lorenz presso Il Guscio Recording Studio (Milano). Masterizzato da il Lorenz e Ivan Maddio.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *