Il jazz e le sue contaminazioni  tornano ad inondare lo splendido castello Fienga. Il Nocera Jazz Festival 2024 è l’evento internazionale imperdibile della Campania dedicato gli amanti del Nuovo jazz e delle sonorità multietniche. Un’occasione unica per immergersi nella magia della musica e vivere giorni di suoni e ritmi sotto le stelle di quest’estate

// a Cura della Redazione//

Il Nocera Jazz Festival è pronto a tornare e confermarsi, come da tradizione, uno dei poli jazz più importanti della Campania. La seconda edizione di questo straordinario evento inizierà l’1 luglio e terminerà il 25 luglio e si svolgerà in tre differenti location: il Cortile Castello del Parco Fienga, il Chiostro della Curia Diocesana del Monastero di Sant’Anna e il Sagrato Chiesa di Sant’Antonio nella suggestiva cornice della città di Nocera Inferiore (Sa).

Sotto la direzione artistica di Mario Berna, in collaborazione con l’Amministrazione Comunale e Sofy Music, il Nocera Jazz Festival 2024 promette di regalare al pubblico otto giorni di eventi, per undici concerti, ricchi di appuntamenti live imperdibili con artisti proveniente dagli Stati Uniti, Brasile, Capo Verde/Portogallo, Cuba, Italia. Il programma del festival è una celebrazione delle sonorità multietniche, dei colori, dei ritmi e delle voci che caratterizzano il jazz contemporaneo e le musiche del mondo. Le splendide cornici dei concerti saranno luoghi magici dove poter ascoltare pre e post concerto DJ set, scoprire e acquistare dischi grazie alla ricca esposizione di vinili e degustare cocktail in un’atmosfera unica. Come per la prima edizione i concerti gratuiti saranno tutti quelli che si svolgeranno nei siti storici della città: il Chiostro della Curia Diocesana Palazzo, il Monastero di Sant’Anna e le scale monumentali del Sagrato di Sant’Antonio. Solo i concerti che si svolgeranno presso il Cortile del Castello del Parco saranno a pagamento. Maggiori info qui. «Siamo felici di dare impulso alla seconda edizione del Nocera Jazz Festival, che abbiamo istituito l’anno scorso e che confermiamo per il 2024 con un programma di rilievo internazionale. Siamo sicuri che i nostri siti di interesse storico-archeologico, che ospiteranno i concerti, saranno non una semplice cornice ma una testimonianza della nostra storia e un’occasione per valorizzare concretamente luoghi che raccontano la nostra identità» dichiara il Sindaco Paolo De Maio.

Prima di ogni concerto il pubblico, aggregandosi preventivamente, potrà partecipare alle visite guidate dei monumenti istituite per l’occasione. Per i concerti al Castello del Parco Fienga le visite avverranno dalle 19.00 alle 21.00 grazie ai volontari dell’associazione Ridiamo Vita al Castello.
Per il concerto alle scale monumentali di Sant’Antonio, visite avverranno al Museo archeologico provinciale dell’Agro Nocerino, presso il Convento di Sant’Antonio, e alla pinacoteca, dalle 19.00 alle 21.00, grazie ai volontari delle associazioni Noukrìa e Urbe. Per il concerto al Monastero di Sant’Anna, le visite avverranno dalle 19.00 alle 21.00, con i volontari dell’associazione Archeoclub Nuceria Alfaterna.
Anche per il concerto al cortile della Curia Diocesana sono previste visite al Museo diocesano “San Prisco”, dalle 19.00 alle 21.00, grazie ai volontari delle associazioni menzionate e con il direttore Salvatore Alfano. Tra gli artisti stellari che si esibiranno sul palco del festival spicca il trombettista Jeremy Pelt, considerato uno dei talenti più promettenti del panorama jazzistico americano. Accanto a lui il talentuoso sassofonista James Brandon Lewis e il virtuoso pianista Christian Sands, che porteranno al pubblico i nuovi suoni del jazz contemporaneo. (Lunedi 01 luglio presso il Cortile del Castello del Parco inizio ore 21.00 – biglietto euro 20 compresa prevendita) Le musiche del mondo saranno invece rappresentate dalla straordinaria cantante portoghese, di origine capoverdiana, Carmen Souza che incanterà il pubblico con il suo carisma e la sua voce calda e coinvolgente. (Mercoledì 03 luglio presso il Sagrato di Sant’Antonio inizio ore 21.00- ingresso gratuito su prenotazione fino ad esaurimento posti).

La serata cubana con la straordinaria violoncellista rising star Ana Carla Maza e il virtuoso pianista Omar Sosa con il percussionista Ernesttico. Pianista eccezionale, Omar Sosa è un poliglotta musicale, capace con la sua arte di abbattere qualsiasi frontiera. Di origini cubane, Sosa celebra la diversità delle anime della musica, coltivando sempre un’intima connessione con le sue radici afro-cubane. (Domenica 07 luglio presso il Cortile del Castello del Parco inizio ore 21.00 – biglietto euro 25 compresa prevendita).
La serata dedicata al Brasile avrà come protagonista il quartetto di Philippe Baden Powell, figlio del leggendario Baden Powell, che si esibirà insieme al Quartetto Brasiliano special guest Jacques & Paula Morrenbaum e Dea Gil, cantautrice, attrice e modella originaria di San Paolo accompagnata dalle chitarra di Raul Balardin, dalla batteria di Mauricio Melo con special guest il percussionista Neney Santos.
Jacques & Paula Morrenbaum sono due artisti incredibili che si sono uniti in particolare al gruppo di Antonio Carlos Jobim. Jaques ha innumerevoli collaborazioni con diversi artisti come Sting, Sakamoto, Caetano Veloso, Gilberto Gil e ha anche un progetto sotto il suo nome “Cello Samba Trio”. Paula gira il mondo per eseguire il repertorio MPB con eccellenza. Un evento straordinario in collaborazione con Radio Rai 1 Brazil, che ci accompagna all’ascolto delle sonorità più autentiche del Brasile. (Venerdi 12 luglio presso il Cortile del Castello del Parco inizio ore 21:00 – biglietto euro 20 compresa prevendita).

James Brandon Lewis è un sassofonista, compositore, considerato tra i più creativi giovani talenti del jazz afroamericano. Nato a Buffalo, New York, nel 1983, Lewis ha raggiunto una solida maturità artistica studiando tutte le fasi della musica americana contemporanea, dal gospel alla fusion, dal rap al free jazz. Membro prima dell’orchestra e poi del trio di Christian McBride, oltre che per aver lavorato con artisti del calibro di Gregory Porter, Geri Allen, Esperanza Spaulding e molti altri. A Nocera si esibirà in trio con Josh Werner al basso elettrico e Chad Taylor alla batteria (Sabato 13 luglio presso il Cortile Curia Diocesana inizio ore 21:00 – ingresso gratuito su prenotazione fino ad esaurimento posti). Christian Sands si afferma come band leader e protagonista della scena jazz contemporanea, portando un inedito sguardo all’intero linguaggio del jazz. (Martedi 16 luglio presso il Cortile del Castello del Parco inizio ore 21:00 – biglietto euro 20 compresa prevendita). La pianista italiana Francesca Tandoi, che sta riscuotendo grande successo in Europa e negli Stati Uniti, sarà invece la protagonista di un concerto indimenticabile sotto le stelle del Monastero di Sant’Anna. La sua tecnica virtuosistica e la sua sensibilità artistica conquisteranno il pubblico presente. La Tandoi è uno dei talenti più interessanti della scena jazz internazionale. Le sue performance (qui accompagnata da Stefano Senni al basso e da Giovanni Campanella alla batteria) sono state definite più volte “un’esplosione di swing” e il suo pianismo energetico ed elegante allo stesso tempo. (Sabato 20 luglio presso il Monastero di Sant’Anna inizio ore 21:00 – ingresso gratuito su prenotazione fino ad esaurimento posti). La rassegna si concluderà il 25 luglio con una serata eccezionale, in cui la cantante soul pop Judith Hill si esibirà in un concerto che spazierà tra jazz, soul e pop. Hill, già a fianco di leggende come Prince e Michael Jackson, regalerà al pubblico un’esperienza musicale indimenticabile. (Giovedì 25 luglio presso il Cortile del Castello del Parco inizio ore 21:00 – biglietto euro 25 compresa prevendita).

Il jazz è la musica del cambiamento. Inafferrabile e immenso, il jazz continua a mutare, a evolversi. Pertanto, come un’araba fenice, il jazz ciclicamente risorge dalle proprie ceneri assorbendo e rielaborando le influenze che arrivano da ogni angolo del pianeta in tempo reale. Alcuni suoni più interessanti del jazz odierno arrivano da luoghi diversi rispetto alla più consueta provenienza americana o europea ed è giusto dare questo incipit alla II edizione del NJF – Nuovi suoni del jazz contemporaneo e le musiche del mondo.
Il programma è ricco di suoni, ritmi e colori che spazia dal nuovo jazz newyorkese, all’Africa, passando per la musica popolare brasiliana rivisitata, a Cuba con artisti straordinari fino ad arrivare al neo soul funk della serata di chiusura. Tre concerti gratuiti meravigliosi in luoghi di grande bellezza storica, le serate al Castello sotto le stelle, Dj set, esposizione di vinili, cocktail bar, per un’estate ricca di musica.
Ringrazio il sindaco Paolo De Maio e l’amministrazione comunale per avermi rinnovato la fiducia per la nuova edizione 2024, augurandomi che questa line up soddisfi ogni gusto musicale
.” – dichiara Mario Berna direttore artistico

Official web
https://www.nocerajazzfestival.it/

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *